lunedì 9 marzo 2015

Lettere Moderne a Bari: review esami del secondo anno.




 A un anno dal post sugli esami del primo anno di Lettere Moderne posso finalmente proporvi la review degli esami del secondo anno.
Scrivo questa recensione per fare il punto della situazione e schiarirmi le idee sull'anno accademico appena concluso; la pubblico perché può tornare utile ai miei colleghi di facoltà.
Per esigenze di brevitas il commento su ogni esame è molto sommario, ma se avete domande o dubbi sentitevi liberi di scrivermi tramite commento o email.

Storia della Tradizione Classica: è un esame che tratta la conservazione delle opere letterarie nel corso dei secoli, concentrandosi sulla censura che il Medioevo fece delle opere di Lucrezio in nome della dottrina cristiana. E' un esame facile da preparare con un docente giovane e organizzatissimo: pensate solo che registra il voto sul libretto online di Uniba a poche ore dall'esame, mentre tutti gli altri professori lo fanno in circa due settimane.

Storia Moderna: la storia, da Carlo V d'Asburgo all'età napoleonica, quindi dal 1500 al 1800. E' un esame di storia, quindi può risultare complesso a chi non ama la materia. Io personalmente l'ho adorato perché sono una fanatica della storia, e avrei chiesto a questo prof la tesi se non mi fosse stato sconsigliato (pare che abbia dei tempi molto lunghi). Il libro, che il docente ha scritto personalmente, è uno dei migliori manuali universitari da cui abbia studiato in questi tre anni.

Letteratura Umanistica: tutti gli autori del periodo umanistico e rinascimentale, con un'ampia parabola sull'Arcadia del Sannazaro. Non ho ancora capito perché abbiamo dovuto approfondire proprio l'Arcadia, che tra tutte le opere di questo periodo è a mio dire la meno interessante e coinvolgente (tratta dei pastorelli che si struggono a  causa della loro infelice vita amorosa........). Cercate di dare l'esame da frequentante perché il programma da non frequentante è il triplo di quello normale.

Bibliografia & Biblioteconomia: la prima materia studia come il libro viene custodito e come fare a reperirlo. La seconda materia invece si occupa di come funzionano le biblioteche. Un esame molto facile con un professore che è un pezzo di pane. Sceglietelo se dovesse essere un complementare.

Grammatica Italiana: mi ha lasciata delusa perché pensavo che mi avrebbe insegnato benissimo la grammatica italiana e invece mi sbagliavo perché la materia è trattata molto sommariamente. Se studiate a Bari fate assolutamente l'esonero (anche se state morendo): io non l'ho fatto e me ne hanno fatto pagare le conseguenze in sede d'esame.

Letteratura Italiana II: questo esame è un parto e si candida, insieme a Letteratura Latina, come peggior esame del secondo anno. Ampissimo programma (dal Barocco a Verga), professoressa super esigente e tante domande specifiche fuori programma. A me è andata benissimo al primo tentativo, ma molte mie amiche sono state bocciate a causa di domande estremamente specifiche a cui neanche io, che pure ho preso 30, avrei saputo rispondere. Aspettatevi di tutto con questa professoressa (si presenta all'esame con una canonica ora e mezza di ritardo) e focalizzatevi molto sugli aspetti filosofici delle dispense. L'impressione che ho avuto mentre lo preparavo è che la Letteratura, supportata dalla Filosofia e dalla Storia, diventa una specie di sistema matematico in cui tutto ha una causa e una conseguenza immediata: niente è lasciato al caso. Studierete così tante teorie diverse che alla fine vi sembrerà di perdere il vostro centro di gravità permanente. Dopo aver dato questo esame sarete ufficialmente dei letterati pazzoidi proprio come i vostri professori del liceo, capaci di parlare del niente per ore e ore.

Letteratura Latina: tutta la letteratura latina, dalle origini all'età tardo antica, con versione di un libro dell'Eneide e lettura metrica. Se, come me, venite dal Liceo Scientifico chiuderanno un occhio sulla lettura metrica in quanto non sempre viene fatta a scuola. Preparatevi benissimo sulla versione perché vi chiederanno tutto (declinazione, paradigmi dei verbi, analisi logica, analisi delle proposizioni ecc). Personalmente il mio esame è stato 95% versione e 5% manuale, il che non è molto carino visto che di 800 pagine studiate particolarmente bene me ne hanno chieste sì e no 5. Ad ogni modo ho chiesto la tesi a questa materia, tratterò la Germania di Tacito.

Informatica II: un tristissimo laboratorio di informatica molto simile all'ECDL che però non è l'ECDL. Professoressa sempre irreperibile, che arriva in ritardo, rimanda l'esame il giorno dell'esame, abbandona l'esame durante l'esame.. Non esiste un programma di studio, dal momento fino a qualche mese fa che c'erano dei video da cui si poteva studiare che però ora sono stati rimossi dalla piattaforma. Se per vostra fortuna avete l'ECDL riuscite a scamparlo, altrimenti fatevi il segno della croce e welcome to the jungle.

Nessun commento:

Posta un commento